Pavimenti e rivestimenti>>10 domande sul parquet

10 domande sul parquet

10 domande sul parquet

1. Massello o multistrato?
Il parquet in massello è composto da legno vivo, detto anche massello mentre il multistrato da liste di legno create dal ricompattamento degli esuberi del massello stesso. Molte persone credono che il massello sia qualitativamente migliore ma non è così, infatti il parquet multistrato viene realizzato da strati sovrapposti di legno, quindi è più stabile e più solido. Inoltre, il particolare metodo di incastro lo rende più resistente all'umidità, più veloce da posare ed esente da obbligo di verniciature, laccature o manutenzioni periodiche.

2. Posa chiodata o a colla?
Decisamente meglio preferire la posa a colla: è più veloce, più economica e garantisce un risultato equiparabile alla posatura chiodata, tecnica ormai superata e vecchia.

3. La posa flottante è svantaggiosa?
No, o meglio, potrebbe esserlo se il parquet viene posato da persone non qualificate e non specializzate. Una posa flottante, ossia senza l'uso di colla ma utilizzando la tecnica dell'incastro, se eseguita da un artigiano specializzato risulta perfettamente stabile e solida e promette di durare nel tempo senza perdere queste sue qualità. Il vantaggio della messa in opera flottante è che permette di posare il parquet su qualsiasi pavimentazione senza doverla demolire e di poterlo togliere se, in un momento successivo, non piace più e si vuole cambiare.

4. Il parquet prefinito: cos'è?
Si dice parquet prefinito quello composto da liste di legno già pronte per l'installazione, quindi trattate precedentemente e non grezze. È la scelta più comune, perché esteticamente si adatta a qualsiasi contesto arredativo e garantisce un risultato estetico molto moderno ed elegante. Tuttavia, non sempre è la scelta migliore perché il parquet grezzo, più rustico, è perfetto nelle baite, nelle taverne, nelle case arredate in arte povera o molto classiche, dove il prefinito risulterebbe un po' anacronistico.

5. Vietato il parquet in bagno e cucina?
Assolutamente no, anzi, è la tendenza del momento, in quanto tutti i giovani interior designers stanno promuovendo l'uso del pavimento in legno in bagno e cucina su tutte le più importanti riviste del mondo. I prefiniti moderni sono trattati per resistere perfettamente all'umidità e per non impregnarsi di odori sgradevoli, come potrebbe accadere con i fumi della cucina.

6. Gli animali domestici rovinano il parquet?
Un'altra credenza sbagliata: cani e gatti possono tranquillamente vivere in una casa rifinita con i pavimenti in legno. Il parquet, anche se ha un aspetto delicato e raffinato, è realizzato con un materiale vivo e resistente perciò le unghiette degli amici animali non sono in grado di scalfirlo o rovinarlo. L'importante è scegliere un parquet di buona qualità, per esempio in rovere, cerro o iroko ruvido. Un'altra accortezza da prendere è quella di acquistare un prefinito oliato, così da poterlo ripristinare in caso di graffi.

7. Il parquet costa tanto. Esistono soluzioni economiche?
Il parquet è un pavimento pregiato, quindi ha sicuramente dei costi importanti. Tuttavia, il mercato della piccola edilizia propone soluzioni economiche, adatte a chi deve fare i conti con budget limitati: i parquet realizzati in piccolissime listelle a formare dei quadretti, che oltretutto vanno molto di moda in questo periodo, sono decisamente poco costosi.

8. Ho il riscaldamento a pavimento. Posso avere il parquet?
Sì perché il legno non risente degli sbalzi termici perciò il parquet è assolutamente compatibile con gli impianti riscaldanti e raffrescanti a terra. Al momento della messa in opera sarà buona cosa informare gli operai di questo particolare, così che possano eseguire il lavoro al meglio.

9. Scegliere il parquet di prima scelta o più grezzo?
Dipende molto dai gusti personali e dal tipo di carattere e personalità che si desidera imprimere ai propri ambienti domestici. Il legno è un materiale prestigioso in ogni caso, quindi non esiste grande differenza di qualità tra i cosiddetti parquet di prima scelta e quelli meno manipolati: se si desidera una finitura molto raffinata ed elegante è meglio sicuramente un prefinito trattato, se si ama l'idea di un pavimento rustico è preferibile orientarsi sul grezzo.

10. Il parquet anche da esterno? Davvero si può?
Sì, oggi grazie ai parquet trattati è possibile posare il pavimento in legno anche all'esterno quindi su terrazze, in piccoli cortili, nei patii, negli atri, negli ingressi. Non bisogna preoccuparsi né degli agenti atmosferici né degli sbalzi di temperatura, perché il legno che compone le pavimentazioni di ultima generazione sopporta tutto questo senza nessun particolare problema.

Piccola guida pratica alla scelta e alla manutenzione del parquet
I parquet sono disponibili in diverse sfumature di colore, da quelli bianchi realizzati con legnami di colore molto chiaro fino a quelli che virano al nero, passando attraverso un'ampia gamma cromatica di tinte naturali, luminose e intense. In linea di massima, per scegliere il tipo di parquet migliore bisogna considerare l'effetto che si desidera creare in casa propria. Ecco qualche suggerimento da tenere presente al momento dell'acquisto:

- i colori chiari tendono a far sembrare gli ambienti più grandi, quindi sono perfetti per le stanze piccole che risultano un po' buie o anguste;
- i legni scuri sono l'ideale per ambienti grandi e spaziosi, perché donano sobrietà e arredano con stile, senza creare una luminosità eccessivamente sfaccettata che su grandi superfici risulterebbe artificiosa e fastidiosa;
- più è ampia la superficie più grandi dovranno essere le listelle, per contestualizzarsi meglio alla continuità e valorizzare l'ambiente;
- il parquet può essere pulito quotidianamente con l'aspirapolvere o con un panno morbido spruzzato di prodotti elettrostatici anti-polvere;
- se necessario, il parquet può essere lavato tutte le volte che si desidera, utilizzando semplicemente acqua e una spugna in microfibra. In commercio esistono dei detergenti appositi per il lavaggio del parquet;
- ogni tanto è possibile passare sul parquet dei prodotti appositi, che si acquistano in normali supermercati, che ravvivano il legno e ne esaltano la brillantezza.

Pubblicata il 05/11/2018 17.50.16