Pavimenti e rivestimenti>>Parquet rovere

Parquet rovere

Il parquet rovere è un pavimento molto richiesto e ricercato: questo materiale trasmette calore ed ospitalità agli ambienti casalinghi e può rivelarsi un'ottima scelta per chi desidera donare un tocco di modernità alla casa. Il parquet in rovere può contraddistinguersi in varie tipologie: sabbiato, naturale, spazzolato, anticato e sbiancato, oltre che essere in legno massello o multistrato. Tuttavia, se desiderate puntare a questo tipo di pavimento occorre essere ben informati su tutti i vantaggi e gli svantaggi a cui andrete incontro, al fine di eseguire al meglio le operazioni di igienizzazione e manutenzione. 

In cosa si contraddistinguono le tipologie di parquet?

Il parquet rovere è considerato una delle soluzioni più pregiate per quanto riguarda il pavimento delle mura domestiche, è un materiale particolarmente noto per la sua caratteristica di donare all'ambiente un'atmosfera davvero confortevole, oltre che rendere la casa straordinariamente accogliente grazie al calore emanato dal legno. Sia se scegliete un parquet rovere chiaro o un parquet rovere grigio avete la possibilità di far risplendere la vostra dimora con un tocco di fascino e raffinatezza. 


Questo pavimento, oltre ad essere considerato un materiale pregevole, è in grado di garantire durabilità e resistenza nel corso del tempo, tuttavia, la scelta di questo materiale richiede delle semplici ed utili accortezze, che saranno di grande aiuto per orientarvi verso la tipologia più adatta al vostro ambiente ed è opportuno essere ben informati per quanto riguarda i parquet rovere, al fine di valutare attentamente nei dettagli tutti i prodotti, le loro qualità e decidere la soluzione più idonea in base al budget che avete a disposizione. 
La prima cosa da fare prima di indirizzarvi verso un prodotto specifico è quella di saper conoscere i vari tipi di parquet e cosa li contraddistingue, vi sono i parquet multistrato e i parquet in legno massiccio.

Natural fusion - Xilo1934

Natural fusion - Xilo1934

Il parquet multistrato

Il multistrato può avere qualità differenti ed è reperibile in varie versioni, differentemente dal parquet in massello è sicuramente un materiale meno pregiato, ma anche il più utilizzato per motivi di prezzo.

Questo tipo di parquet è composto da diversi strati di legno, nella parte superiore, abbiamo di legno chiamato nobile che deve avere uno spessore di almeno 2,5 mm, al di sotto, la pavimentazione non può chiamarsi parquet, ma pavimento in legnoCiò che contraddistingue un parquet è proprio lo spessore del legno nobile e da questo dipende anche la sua durata, in media un parquet con spessore di 2,5 mm, avrà una durata di 35/40 anni, mentre un parquet con spessore 4 mm può arrivare anche a 60 anni.

Il parquet multistrato può essere levigato, oppure sottoposto a vari trattamenti durante la posa, in alternativa può anche essere prefinito e quindi pronto per la posa. 

Il parquet legno massello

Il parquet in legno massiccio invece, è composto da un'unica superficie di legno nobile ed è dotato di uno spessore e di un bordo ben definito, in base alla finitura questa tipologia può essere grezza, ovvero da trattare durante la messa in posa, precalibrata quando è composta da strutture a incastro oppure prefinita che necessita soltanto di essere posata. 

Quali sono i tipi di legno che compongono il parquet rovere?
Tra i tipi di legno più noti e pregiati occorre citare il parquet rovere naturale: si tratta di un materiale che nonostante i trattamenti a cui viene esposto trasmette un'immensa eleganza ed è per questo motivo che è una delle soluzioni più richieste e di grande valore. 

Vi è poi un'altra tipologia, ovvero il parquet rovere spazzolato, denominato in questo modo per il trattamento a cui viene sottoposto, la sua lavorazione prevede la spazzolatura delle tavole tramite spazzola metallica, per far emergere la venatura delle fibbre legnose che si possono percepire anche al tatto, il trattamento del parquet rovere spazzolato è ultimato con l'applicazione di vernice ed olio. 

Un'altra gamma di legno che si discosta dalle categorie precedenti è il parquet rovere sbiancato, ideale per donare luminosità alla vostra casa, tuttavia, questa tipologia è una scelta più rara e non è facile da reperire in quanto per ottenere la sbiancatura del legno occorre intervenire con delle tecniche specifiche ed innovative al fine di realizzare alla perfezione un parquet più nitido e lucente. 

Una delle soluzioni più gettonate e di tendenza è il parquet rovere grigio, questo pavimento è uno dei più ricercati oltre ad essere la superficie ideale per le case dallo stile moderno. Trattandosi di una tonalità neutra, il parquet rovere grigio è perfetto non solo da abbinare ad uno stile moderno, ma anche per chi predilige un tocco minimal e scandinavo. Acquistandolo nella versione prefinita, il prodotto è già tinteggiato e pronto per essere installato. Inoltre, a seconda dei vostri gusti, potete scegliere tra varie tonalità di grigio tendenti al marrone, al nero o al bianco per creare un autentico mix di sfumature all'interno della vostra abitazione. 

Garbelotto: Spina dupla

Parquet in rovere: pro e contro


La scelta di un parquet in rovere può essere davvero avvincente ed accattivante per completare l'arredamento della vostra abitazione, tuttavia questa soluzione potrebbe anche celare degli svantaggi da non sottovalutare. Scegliendo questo pavimento usufruirete innanzitutto di tutte le virtù offerte da legno, ovvero la qualità e la resistenza. Il rovere è infatti tra i primi materiali in assoluto in grado di garantire un'innata eleganza, creando allo stesso tempo un'atmosfera davvero calda ed intima negli ambienti in cui viene collocato. Il parquet rovere è particolarmente indicato per la camera da letto e il soggiorno, ed abbinato ad un caminetto renderà l'atmosfera davvero rilassante e confortevole. 

Per salvaguardare la superficie e proteggerla da graffi ed usura è consigliabile disporre dei tappeti preferibilmente dallo stile antico, soprattutto lungo le zone di passaggio. Anche questo abbinamento darà un tocco di eleganza in più alla vostra dimora. In commercio potrete reperire tappeti di ogni sfumatura e colore, in modo tale da adattarsi perfettamente all'arredamento della vostra casa e personalizzare gli ambienti a vostro piacimento per dare vita ad uno stile unico ed originale.

Ma quali sono gli svantaggi di un parquet rovere?

Innanzitutto, se desiderate puntare a questo tipo di pavimento dovrete considerare che la posa di un parquet in rovere richiede dei costi abbastanza elevati, tenendo conto che la resistenza garantita nel tempo consente di recuperare tale spesa. 


Il parquet è il massimo dell'eleganza, ma allo stesso tempo è un materiale molto delicato che può essere facilmente usurato da graffi e incisionia tal proposito è consigliabile intervenire subito lungo le zone danneggiate con procedimenti specifici per favorire la robustezza del legno. Non bisogna poi sottovalutare che i raggi ultravioletti sono uno dei primi nemici del parquet poiché causano l'ossidazione del materiale, favorendone l'ingiallimento, onde evitare questo fenomeno, occorre collocare dei tappeti molto ampi lungo le zone più colpite dai raggi solari. 


Oltre a ricorrere a queste indispensabili accortezze, è altrettanto opportuno eseguire una corretta manutenzione del parquet in rovere, al fine di prevenire qualsiasi stato di usura e favorire il massimo della resistenza del legno nel tempo. Un parquet richiede quindi maggiore cura ed attenzione rispetto ad altre pavimentazioni, ma se riuscirete a mantenerlo luminoso e splendente donerete uno straordinario effetto alla vostra dimora. 
In commercio è possibile reperire dei prodotti specifici per la pulizia e la lucidatura del parquet che si adattano perfettamente ad ogni tipo di legno, dopo aver eliminato la polvere è importante.


Parquet Woodco: Collezione Dream, parquet Rovere Sabbia. Tavole in Rovere di Slavonia con superficie spazzolata e rifinita con vernice extra opaca. Dimensioni: 1400/2200 x 180 mm.

Parquet rovere prezzi

Se state quindi valutando una posa in opera del parquet rovere nella vostra abitazione considerate che i prezzi variano innanzitutto in base alla qualità del materiale prescelto: un prodotto di alta qualità privo di imperfezioni e dalla tonalità omogenea prevede un costo di circa 100 euro al mq mentre un listello può costare intorno ai 55 euro a seconda della lunghezza. 
Infine, i costi del parquet possono prevedere cifre elevate non solo in base allo spessore del legno nobile, ma anche a seconda dell'origine del materiale e di quanto sia reperibile, più il prodotto è economico e minore è la quantità di legno nobile al suo interno. 


I Produttori di parquet

Parquet di rovere Xilo1934

Xilo1934 è un’azienda italiana con sede produttiva in provincia di Vercelli, che nasce dal gruppo Basso Legnami dopo oltre 70 anni di esperienza nella lavorazione del legno. L’obbiettivo di xilo1934 è quello di fornire prodotti in legno per l’architettura nel pieno rispetto dell’ambiente e della salute umana, 100% Made in Italy. Tutti i parquet xilo1934 sono realizzati con legname proveniente da foreste a gestione e taglio responsabile, con finitura all’olio naturale oppure con vernici atossiche a base d’acqua e sono del tutto privi di formaldeide aggiunta e di qualsiasi emissione nociva.

La grande novità del parquet di rovere xilo1934 è che il pavimento in legno non è più concepito come insieme di prodotti, bensì come un sistema, concepito e studiato per l’architettura: il parquet di rovere è declinato in diversi colori, finiture e formati, tutti componibili tra loro e tutti abbinabili. Tutti i parquet sono multistrato (3 strati) con spessore 13 mm, ideali per posa flottante e posa su massetti riscaldati/raffrescati. La proposta xilo1934 mette dunque a disposizione dei progettisti un programma completo di parquet in rovere, con il quale è possibile creare giochi di colori, formati, finiture lucide e opache, con cui creare innumerevoli composizioni adattabili a molteplici situazioni e contesti architettonici. Xilo1934 ha altresì elaborato la linea MIX, che consiste in sei diverse miscele di parquet in rovere verniciato di diversi colori, ciascuna che ricrea un particolare mood: dalla miscela “etnica” a quella “minimalista”, dallo stile “urbano a quello “country”…

Infine, xilo1934 propone anche parquet in rovere decorato e parquet in rovere decorato a mano: un team di eccellenti designer raccontano storie sul materiale più antico del mondo, creando dei pavimenti in legno unici e di grande fascino. Il decoro è realizzato direttamente su legno grezzo, penetra nelle venature come un tatuaggio e viene poi protetto con vernice trasparente a base d’acqua: grazie a questa protezione, i parquet decorati possono essere utilizzati anche in ambienti pubblici e nei luoghi più frequentati della casa, quali cucina e bagno. Anche i parquet design, utilizzabili a campo pieno o come plance sparse, possono essere abbinati al sistema colori xilo1934 ed utilizzati anche come boiserie a rivestimento di parete.


Parquet decorato a mano Portofino - Xilo1934

Parquet decorato a mano Rigatoni
Parquet decorato a mano Rigatoni - Xilo1934

Parquet Ethnic

Parquet Ethnic - Xilo1934


Parquet in rovere Dream di Woodco

La collezione Dream nasce da un'idea di Woodco S.C., un'azienda di Trento leader nel settore dei pavimenti in legno e dei parquet. Un nuovo modo di interpretare, vivere e contestualizzare i rivestimenti in legno, da sempre simbolo di arredamento di classe, raffinato e confortevole.

Il parquet rende accogliente qualsiasi ambiente
Il legno è un materiale vivo, vibrante. È l'unica materia prima in grado di rendere qualsiasi ambiente accogliente, caldo, luminoso e ricco di sfumature di colore e d'intensità. Il parquet non è solo un pavimento ma un vero e proprio elemento d'arredo, il protagonista del contesto arredativo, il fulcro attorno al quale abbinare mobili, suppellettili e colori. La qualità principale di una pavimentazione in legno è quella di assorbire la luce e restituirla sottoforma di infinite sfumature, in base al suo colore naturale, alla sua forma e alla grandezza delle listelle di cui è composta. Per questo è molto importante fare attenzione a questi dettagli quando si sceglie un parquet, poterlo personalizzare e realizzare secondo la propria idea, il gusto e il proprio desiderio e sogno.

Collezione Dream: costruire il proprio parquet dei sogni
La collezione Dream di Woodco S.C. nasce proprio per soddisfare l'esigenza di poter comporre un pavimento secondo il proprio gusto personale, e ottenere in questo modo l'arredamento dei propri sogni. La collezione Dream permette di scegliere tra quattro tipologie di legno pregiato: rovere, noce, iroko, teak/doussié in ben 35 sfumature di colore. Inoltre, sono disponibili listelle di tante forme e misure diverse, per poter assemblare il proprio pavimento seguendo esattamente la propria idea, il proprio disegno e progetto personale. La collezione di parquet Dream permette di realizzare pavimenti unici, irripetibili, personalizzati in ogni loro minimo dettaglio.

La filosofia dell'azienda
Woodco S.C. lavora dedicando sempre un'attenzione speciale all'ambiente, alla salubrità dei suoi prodotti e al rispetto che il legno merita. I pavimenti della collezione Dream sono in legno naturale, non trattati con solventi aggressivi ma solo con vernici prive di solventi e olio-cera, il tutto certificato dai laboratori italiani accreditati.


Parquet WoodcoCollezione Dream, parquet Rovere Melange. Rovere di Slavonia nel formato spina italiana 90 con superficie spazzolata e rifinita con olio-cera. Dimensioni: 600x90 mm.


Parquet Woodco: Collezione Dream, parquet Rovere Notte. Tavole in Rovere di Slavonia con superficie spazzolata e rifinita con vernice extra opaca. Dimensioni: 1400/2200 x 180 mm.


Parquet Woodco: Collezione Dream, parquet Rovere Naturale. Tavole in Rovere di Slavonia con superficie spazzolata e rifinita con vernice extra opaca. Dimensioni: 1400/2200 x 180 mm.


Parquet Woodco: Collezione Dream, parquet Rovere Sabbia. Tavole in Rovere di Slavonia con superficie spazzolata e rifinita con vernice extra opaca. Dimensioni: 1400/2200 x 180 mm.

 


Parquet di rovere Xilema di Garbelotto

Garbelotto dal 1950 realizza pavimenti in legno di qualità e fascino, adatti a contestualizzarsi in tutti gli ambienti domestici, dal salotto alla cucina, dalla camera da letto alla taverna. La filosofia aziendale si basa su un principio fondamentale: offrire ai clienti il massimo della qualità rispettando l'ambiente e la Natura. 

Garbelotto: le materie prime
Garbelotto per realizzare i pavimenti della serie Xilema, utilizza solo legno di vecchi tronchi e alberi trovati morti o danneggiati nei boschi della Slavonia. Questa scelta ha due vantaggi. Il primo è quello di tenere pulito l'ambiente, eliminando alberi ormai improduttivi che rovinano il paesaggio e ostacolano la crescita sana e rigogliosa della vegetazione più giovane. Il secondo è quello di riciclare i materiali di scarto, riducendo così gli sprechi di risorse naturali. Anche durante la fase produttiva si cerca di prediligere tecniche di trasformazione a basso impatto ambientale, cercando di centellinare corrente elettrica e acqua, per ridurre l'inquinamento. Grazie a queste attenzioni e alla sensibilità che l'azienda dimostra nella produzione, i pavimenti in legno Garbelotto sono adatti alla bioedilizia, in classe E1 per l'emissione di formaldeide.

Pavimenti in legno Garbelotto: il Made in Italy certificato
I pavimenti in legno Garbelotto sono 100% Made in Italy, certificabili FSC. L'eleganza e la raffinatezza del legno, materia prima pregiata e prestigiosa, si unisce al rispetto per l'ambiente e all'utilizzo di tronchi che altrimenti andrebbero sprecati e scartati, a favore del taglio di alberi giovani, vivi e sani. I pavimenti in legno Garbelotto sono perfetti per tutti gli ambienti della casa e disponibili in varie tonalità di colore naturale e composizioni, per adattarsi al meglio a tutti gli stili arredativi. Il pavimento in legno, da sempre, è sinonimo di calore e luminosità, rende gli ambienti accoglienti e caldi, eleganti e raffinati. Le linee più esclusive delle collezioni Garbelotto vengono rifinite a mano da artigiani e maestri ebanisti. È questo il segreto della loro perfezione: l'attenzione al dettaglio e la cura di tutti i minimi particolari. I pavimenti in legno Garbelotto sono la soluzione ideale anche per il bagno e la cucina, perché trattati naturalmente per poter essere utilizzati in queste stanze dove spesso si accumula umidità e vapore senza rischio di rovinarsi.


Garbelotto: collezione Xilema

Garbelotto: Parquet in rovere antico


Garbelotto: Parquet in rovere Habitat


Parquet in rovere, ma non per esterni

Il parquet per esterni offre un'ampia gamma di soluzioni per arredare lo spazio con classe e viene proposto in una vasta scelta di essenze e finiture ideali per essere impiegate in giardino, in terrazzo o nello spazio circostante la piscina, ma i listoni in rovere non sono adatti per l'ambiente esterno. Il parquet in rovere è uno dei pavimenti più amati per l'interno della casa per la sua infinita eleganza, dona calore ad ogni ambiente ed arricchisce ogni contesto arredativo con la sua bellezza senza tempo e la sua meravigliosa eleganza, poiché è un materiale vivo capace di rendere unico ogni ambiente. Camminare a piedi nudi su un pavimento in legno è un'esperienza unica e indescrivibile.

Per questo, sempre più persone amano usare questo tipo di pavimento anche all'esterno della propria casa, ed è per questo motivo che oggi sul mercato esistono parquet appositamente studiati per resistere agli agenti atmosferici. Quando arriva la bella stagione, prendono vita all'esterno delle abitazioni dei veri e propri salotti all'aperto, che si espandono negli spazi circostanti la casa per chi possiede un giardino o un terrazzo. Sono proprio questi i luoghi dove si possono trascorrere momenti di relax oppure organizzare pranzi e cene all'aperto con parenti e amici. Sono nate così delle collezioni di poltrone, divani, tavoli e sedie per esterni di grande eleganza e in tanti materiali resistenti ed eleganti come il rattan, il bambù o il vimini, tutti materiali che, con la loro estetica raffinata, rendono l'esterno della casa un'ambiente da arredare con classe. Non poteva mancare, in questi casi, un pavimento che si associasse a questi arredi contemporanei arricchendo con eleganza tutto l'insieme.

Il parquet per esterni, grazie al suo alto valore estetico, diventa così la soluzione migliore per chi vuole arredare con stile e in modo funzionale lo spazio esterno della casa. Questo, adeguatamente trattato, è il pavimento ideale per questi spazi all'aperto. Di grande impatto visivo, rende estremamente raffinato il terrazzo o il giardino ma è perfetto anche per essere collocato nei camminamenti dei vialetti oppure vicino alla piscina. Altamente resistente agli agenti atmosferici, alle intemperie, al cloro e alla salsedine, il parquet per esterni arricchirà con la sua bellezza ogni angolo outdoor della propria casa. 

Parquet per esterno
Parquet per esterno essenza Teak - Cristiani

Parquet per esterni: quando la funzionalità si unisce all'eleganza

Con la sua bellezza senza tempo, innovativo e alla moda, il parquet per esterni darà un tocco glamour a qualsiasi ambiente esterno. Il suo design di altissimo pregio raggiunge la combinazione perfetta tra forma ed efficienza. Questo pavimento per esterni offre una vasta scelta di essenze, colori e finiture, è solido e resistente e si integra perfettamente in qualsiasi contesto arredativo per esterni, sia in quello dai toni più contemporanei e moderni che in quelli dalle linee più classiche. Questa tipologia di pavimenti, oltre al design di pregio e alla funzionalità, deve avere però delle caratteristiche ben precise. L'essenza legnosa deve essere scelta a seconda del luogo dove il parquet dovrà essere posizionato. Il tipo di legno massello usato per realizzare il pavimento sarà, quindi, diverso se dovrà essere collocato su un terrazzo sotto il patio e quindi all'ombra, rispetto a quello che, invece, dovrà essere collocato vicino alla piscina, dove si cammina a piedi nudi e che sarà esposto continuamente all'azione dei raggi solari. Il parquet da esterno deve resistere all'umidità, ai raggi UV, alle intemperie, quindi deve essere una tipologia di legno estremamente impermeabile. E' importante che sia anche solido, resistente agli urti e alle macchie come quelle del cloro, se si trova vicino ad una piscina ma deve anche essere liscio per poterci camminare sopra a piedi nudi e soprattutto antiscivolo se si trova vicino all'acqua. 

Il parquet per esterni, resistente ed ecologico

Chi sceglie questo tipo di pavimento in legno da esterno deve tenere conto non solo dell'aspetto decorativo e funzionale, ma anche dell'aspetto morfologico del legno che si deve adattare alle condizioni climatiche particolari proprie dell'esterno. Bisogna fare una scelta ponderata dell'essenza legnosa, i listelli devono essere di una certa dimensione, bisogna capire quali sono le condizioni di posa più adatte all'ambiente in cui il parquet per esterni si va a posizionare e quale il tipo di trattamento del legno bisogna usare per aver una maggiore durata e resistenza con una minore manutenzione. Inoltre, bisognerà anche dare a questo tipo di parquet una certa pendenza che permetterà all'acqua di defluire senza problemi.

Tutte queste caratteristiche particolari sono indispensabili per rendere il legno resistente e per aver un parquet perfetto per essere posizionato in ambienti umidi o acquosi come sono tutti i luoghi esterni. Una delle essenze più utilizzate per la realizzazione di un'ottimo parquet in legno, è senza dubbio il bambù, poiché questo è solido e molto più resistente rispetto agli altri legni tropicali che vengono utilizzati per realizzare questa tipologia di pavimenti per esterni. Il bambù è un arbusto che cresce molto velocemente e per questo ha una maggiore sostenibilità e non compromette l'ambiente. Oltre ad essere un'essenza ecologica e funzionale, il parquet di bambù per esterni possiede anche una maggiore stabilità che gli viene conferita tramite uno specifico trattamento a caldo. Il parquet in bambù per esterni viene termotrattato, rifinito con oli specifici e fissato tramite clips in acciaio inox poiché data la sua durezza la posa con viti è impossibile.

E' molto importante fissare una sottostruttura che serve a dare una maggiore stabilità al pavimento e a far defluire l'acqua velocemente. Questa può essere formata da un telaio perimetrale in legno o cemento armato oppure da una griglia in polietilene che, essendo molto solida, è l'ideale per ogni tipo di fondo. Il parquet per esterni in bambù dura tantissimi anni con una manutenzione minima.

Parquet per esterni, tante le essenze a disposizione

La scelta quindi di un'essenza rispetto ad un'altra non dipende solo dal fattore economico, ma anche dell'uso che se ne deve fare. Una caratteristica importante, che deve possedere l'essenza legnosa per realizzare un ottimo parquet da esterni, è quella di possedere tannini e oli essenziali che sono indispensabili per proteggere il pavimento dall'attacco degli insetti xilofagi e dalla formazione di muffe o funghi. Il parquet per esterni è disponibile in doghe e quadrotte, le prime sono molto più grandi di quelle usate per il parquet per interni. Queste vengono utilizzate per ricoprire le superfici ampie e irregolari, come quelle dei bordi della piscina o dei giardini. Di solito vengono installate tramite viti a vista oppure con clip invisibili o a vista. Le quadrotte vengono usate per le superfici regolari come quelle dei terrazzi, dei patii e dei gazebo, la loro messa in posa è effettuata a incastro. Sia i listoni per esterno che le quadrotte devono essere lisce e non possedere irregolarità poiché devono permettere di camminare a piedi nudi. Tra le varie specie di legni utilizzate per realizzare un parquet da esterni bello e funzionale, c'è il pino che può essere verniciato in varie colorazioni come il bianco e il noce. Questo tipo di legname oltre alla funzionalità offre anche un'estetica eccellente.

C'è poi il Larice Siberiano, che adeguatamente trattato, può essere collocato anche in ambienti marini. Queste due essenze legnose sono ideali nei posti dove c'è molto camminamento, poiché sono molto solide, ma, appartenendo alla famiglia delle conifere, non posseggono la resistenza e la durevolezza propria dei legni tropicali. Una tipologia di parquet per esterni di grande bellezza ma anche di altissima qualità, è quello realizzato con le essenze di Teak o di Ipé. Queste due tipologie di legno massello sono molto famose e usate per le loro meravigliose colorazioni, per la loro grande resistenza e dominano incontrastate da anni nella scelta dei parquet da esterni. 

L'Ipè è il legno tropicale più venduto per il suo ottimo rapporto qualità-prezzo. E' un'essenza dalle prestazioni elevate, perfetta anche in ambienti estremi dove ci sono rapide variazioni di umidità o in ambienti ricchi di salsedine dove un altro tipo di legno sarebbe soggetto a rovinarsi in poco tempo. Il parquet per esterni in legno di Teak è una tipologia di pavimento ideale per chi vuole collocare nel proprio giardino o vicino alla piscina un parquet per esterni che unisce una grande bellezza ad una eccezionale funzionalità. Il Teak è una specie di legname che proviene dall'Asia e possiede un'alta impermeabilità naturale. I suoi colori, sofisticatamente eleganti, hanno sfumature che variano dal giallo al rosso. Il parquet per esterni in Teak è un elemento di grande pregio e l'ideale per chi vuole arredare l'esterno della propria casa con stile e con un'essenza legnosa pregiata e di grande impatto visivo.

Il parquet per esterni, innovativo e unico nel suo genere

Tra le varie specie di legname che offrono una grande qualità e un'estetica elegante c'è senza dubbio il Frassino termotrattato. Questa specie di legname ha una durata e una resistenza simili a quelle del Teak, ma ad un costo accessibile. E' ecologico, ha una posa semplicissima, poiché non c'è bisogno della preparazione del fondo ed è disponibile in quadrotti autoaggancianti. Questo parquet per esterni dal colore caldo e raffinato è perfetto per coprire un terrazzo o creare un piccolo spazio elegante in giardino.

E'possibile posizionarlo anche dove il clima è molto rigido poiché è resistente al gelo e alla neve. Per ottenere questa tipologia di parquet, il frassino viene sottoposto ad un trattamento termico a 200° che migliora la sua stabilità e lo rende paragonabile ai migliori legni tropicali. Questo tipo di trattamento gli conferisce una colorazione marrone scuro che lo rende uno dei più bei parquet per esterni. La tecnologia moderna mette a disposizione un parquet per esterni che ha una manutenzione bassissima ma elevate qualità ed è capace di garantire un effetto legno veramente di grande bellezza.

E' il parquet per esterni in WPC, Wood Plastic Composite, un materiale innovativo, composto da fibre naturali di legno sminuzzato e unite a caldo a una resina speciale composta da polimeri e additivi. Questo tipo di parquet per esterni è completamente ecologico e può essere riciclato. E' disponibile in listoni simili esteticamente a quelli in legno ma con una elevatissima resistenza all'umidità e ai raggi UV. Questo tipo di parquet per esterni ha un'infinità di vantaggi, resiste agli urti e al calpestio, è antiscivolo, non si deforma, è igienico, non è attaccabile da muffe e funghi. Inoltre è ideale in quei climi particolarmente rigidi dove nevica o gela poiché resiste perfettamente senza subire alcun cambiamento.

 

Il parquet è una delle soluzioni più amate per i rivestimenti da interni. Si tratta del classico pavimento di legno, disponibile in più colori e con le listelle di varie misure, per ottenere fantasie ed effetti estetici diversi. Caldo e luminoso, elegante e raffinato, il parquet piace perché "fa casa". Ma quali sono i miti da sfatare su questo pavimento così bello e accattivante? Ecco tutto ciò che devi sapere prima di installare il parquet a casa tua!


10 domande sul parquet

1. Massello o multistrato?
Il parquet in massello è composto da legno vivo, detto anche massello mentre il multistrato da liste di legno create dal ricompattamento degli esuberi del massello stesso. Molte persone credono che il massello sia qualitativamente migliore ma non è così, infatti il parquet multistrato viene realizzato da strati sovrapposti di legno, quindi è più stabile e più solido. Inoltre, il particolare metodo di incastro lo rende più resistente all'umidità, più veloce da posare ed esente da obbligo di verniciature, laccature o manutenzioni periodiche.

2. Posa chiodata o a colla?
Decisamente meglio preferire la posa a colla: è più veloce, più economica e garantisce un risultato equiparabile alla posatura chiodata, tecnica ormai superata e vecchia.

3. La posa flottante è svantaggiosa?
No, o meglio, potrebbe esserlo se il parquet viene posato da persone non qualificate e non specializzate. Una posa flottante, ossia senza l'uso di colla ma utilizzando la tecnica dell'incastro, se eseguita da un artigiano specializzato risulta perfettamente stabile e solida e promette di durare nel tempo senza perdere queste sue qualità. Il vantaggio della messa in opera flottante è che permette di posare il parquet su qualsiasi pavimentazione senza doverla demolire e di poterlo togliere se, in un momento successivo, non piace più e si vuole cambiare.

4. Il parquet prefinito: cos'è?
Si dice parquet prefinito quello composto da liste di legno già pronte per l'installazione, quindi trattate precedentemente e non grezze. È la scelta più comune, perché esteticamente si adatta a qualsiasi contesto arredativo e garantisce un risultato estetico molto moderno ed elegante. Tuttavia, non sempre è la scelta migliore perché il parquet grezzo, più rustico, è perfetto nelle baite, nelle taverne, nelle case arredate in arte povera o molto classiche, dove il prefinito risulterebbe un po' anacronistico.

5. Vietato il parquet in bagno e cucina?
Assolutamente no, anzi, è la tendenza del momento, in quanto tutti i giovani interior designers stanno promuovendo l'uso del pavimento in legno in bagno e cucina su tutte le più importanti riviste del mondo. I prefiniti moderni sono trattati per resistere perfettamente all'umidità e per non impregnarsi di odori sgradevoli, come potrebbe accadere con i fumi della cucina.

6. Gli animali domestici rovinano il parquet?
Un'altra credenza sbagliata: cani e gatti possono tranquillamente vivere in una casa rifinita con i pavimenti in legno. Il parquet, anche se ha un aspetto delicato e raffinato, è realizzato con un materiale vivo e resistente perciò le unghiette degli amici animali non sono in grado di scalfirlo o rovinarlo. L'importante è scegliere un parquet di buona qualità, per esempio in rovere, cerro o iroko ruvido. Un'altra accortezza da prendere è quella di acquistare un prefinito oliato, così da poterlo ripristinare in caso di graffi.

7. Il parquet costa tanto. Esistono soluzioni economiche?
Il parquet è un pavimento pregiato, quindi ha sicuramente dei costi importanti. Tuttavia, il mercato della piccola edilizia propone soluzioni economiche, adatte a chi deve fare i conti con budget limitati: i parquet realizzati in piccolissime listelle a formare dei quadretti, che oltretutto vanno molto di moda in questo periodo, sono decisamente poco costosi.

8. Ho il riscaldamento a pavimento. Posso avere il parquet?
Sì perché il legno non risente degli sbalzi termici perciò il parquet è assolutamente compatibile con gli impianti riscaldanti e raffrescanti a terra. Al momento della messa in opera sarà buona cosa informare gli operai di questo particolare, così che possano eseguire il lavoro al meglio.

9. Scegliere il parquet di prima scelta o più grezzo?
Dipende molto dai gusti personali e dal tipo di carattere e personalità che si desidera imprimere ai propri ambienti domestici. Il legno è un materiale prestigioso in ogni caso, quindi non esiste grande differenza di qualità tra i cosiddetti parquet di prima scelta e quelli meno manipolati: se si desidera una finitura molto raffinata ed elegante è meglio sicuramente un prefinito trattato, se si ama l'idea di un pavimento rustico è preferibile orientarsi sul grezzo.

10. Il parquet anche da esterno? Davvero si può?
Sì, oggi grazie ai parquet trattati è possibile posare il pavimento in legno anche all'esterno quindi su terrazze, in piccoli cortili, nei patii, negli atri, negli ingressi. Non bisogna preoccuparsi né degli agenti atmosferici né degli sbalzi di temperatura, perché il legno che compone le pavimentazioni di ultima generazione sopporta tutto questo senza nessun particolare problema.

Piccola guida pratica alla scelta e alla manutenzione del parquet
I parquet sono disponibili in diverse sfumature di colore, da quelli bianchi realizzati con legnami di colore molto chiaro fino a quelli che virano al nero, passando attraverso un'ampia gamma cromatica di tinte naturali, luminose e intense. In linea di massima, per scegliere il tipo di parquet migliore bisogna considerare l'effetto che si desidera creare in casa propria. Ecco qualche suggerimento da tenere presente al momento dell'acquisto:

- i colori chiari tendono a far sembrare gli ambienti più grandi, quindi sono perfetti per le stanze piccole che risultano un po' buie o anguste;
- i legni scuri sono l'ideale per ambienti grandi e spaziosi, perché donano sobrietà e arredano con stile, senza creare una luminosità eccessivamente sfaccettata che su grandi superfici risulterebbe artificiosa e fastidiosa;
- più è ampia la superficie più grandi dovranno essere le listelle, per contestualizzarsi meglio alla continuità e valorizzare l'ambiente;
- il parquet può essere pulito quotidianamente con l'aspirapolvere o con un panno morbido spruzzato di prodotti elettrostatici anti-polvere;
- se necessario, il parquet può essere lavato tutte le volte che si desidera, utilizzando semplicemente acqua e una spugna in microfibra. In commercio esistono dei detergenti appositi per il lavaggio del parquet;
- ogni tanto è possibile passare sul parquet dei prodotti appositi, che si acquistano in normali supermercati, che ravvivano il legno e ne esaltano la brillantezza.

Pubblicata il 24/05/2018 08.33.01