Vasche>>La grazia e la semplicità delle forme: Carlo Colombo e Angeletti&Ruzza per Teuco

La grazia e la semplicità delle forme: Carlo Colombo e Angeletti&Ruzza per Teuco

La grazia e la semplicità delle forme: Carlo Colombo e Angeletti&Ruzza per Teuco
Quando l’esperienza e la serietà di un’azienda come Teuco si fonde con la creatività e la freschezza di  due studi di design come quelli di Carlo Colombo ed Angeletti&Ruzza, le sorprese che ci aspettano sono infinite.

Nata come distaccamento della società dei Fratelli Guzzini, fino agli ’70 guru nell’arredamento di alta qualità per la casa, Teuco è ormai leader nel campo dell’arredo bagno da oltre quarant’anni , mettendo sempre in primo piano la persona, il cliente finale, pensando solo dopo a mere questioni di mercato. Rischiando, in questo modo, di essere troppo avanti  rispetto ai suoi concorrenti: si pensi alle linee doccia negli anni ’80 che avevano la funzione sauna, o vasche da bagno che già dieci anni fa sprigionavano colori ed aromi per una sorta di trattamento SPA in miniatura e privato, senza dimenticare le linee doccia interamente in cristallo o colorate. Teuco, insomma, è sempre stata un’azienda con visioni quasi futuristiche per quanto riguarda i suoi prodotti.
Dall’altra parte in primis c’è Carlo Colombo, giovane designer originario di Como, che da metà degli anni ’90 in poi iniziare a tenere conferenze in giro per il mondo su quella che all’epoca era la sua “materia di laurea” al Politecnico di Milano, cioè l’industrial packaging. A seguito del suo avvicinamento al mondo del design d’arredo, Colombo inizia le sue prime collaborazioni e realizza i suoi primi prodotti, arrivando ad esporli a in musei del settore a Parigi e a Colonia. Il suo stile minimal costruito con materiali semplici conquista a breve il mercato, ripagandolo con collaborazioni a livello mondiale che tutt’ora continuano e crescono.


La linea che nasce tra queste due grandi realtà è la collezione “Outline”: lavabi, vasche, sanitari e piatti doccia composti da forme gentili, morbide che sono contemporaneamente accattivanti e nuove. La vasca, ad esempio, ha nella sua forma semplice un gioiello nascosto, creazione e vanto di Teuco, e cioè il sistema “Hydroline”, che sostituisce i classici bocchettoni per l’idromassaggio con delle fessure che scompaiono a vista, cosi come i fori per far defluire l’acqua nei lavabi. Colombo porta la grazia e l’innovazione nell’arredo bagno, grazie anche al materiale con cui Teuco costruisce i propri prodotti, il Duralight, ideato, modellato e prodotto sempre dalla Teuco, che cambia per sempre il modo di rapportarsi con l’acqua.
Giovani e creativi lo sono anche Silvana Angeletti e Danele Ruzza, che da ormai quasi vent’anni si impongono nella scena dell’industrial design con collaborazioni che tutt’ora durano, come quelle con Azzurra e Guzzini, arrivando a tenere corsi di interior design allo IED di Roma.


La loro linea per Teuco, “Nauha”, prende spunto dall’origine finlandese della parola, e cioè nastro, quasi a voler creare una serie di prodotti che siano allo stesso tempo uno la naturale conseguenza dell’altro, come se ci fosse un filo conduttore. Forme arrotondate fuori e tagliate dentro per la vasca, i lavabi ed i sanitari, acciaio per i rubinetti ed soffioni della doccia, proporzioni nelle dimensioni che vanno aumentando se si segue con lo sguardo tutta la linea, possibilità di avere lavabi e sanitari ad incasso o sospesi,  il tutto confezionato in raffinata ceramica 100% italiana. Insomma una vista delicata ma convincente per una collezione che sarà sicuramente motivo d’orgoglio sia per la Teuco che per lo studio Angeletti&Ruzza.
Abbiamo appena visto come esperienza e freschezza, tradizione ed innovazione possano non solo coesistere, ma fondersi per apportare significativi cambiamenti nel modo di interpretare il design per l’arredo bagno.
Teuco
Pubblicata il 11/05/2012 11:20:40